La settimana attuale 100 anni fa!

Plakat des Turnvereins vor dem Hintergrund der Schule und der Turnhalle
Plakat des Turnvereins vor dem Hintergrund der Mädchenschule Kaiser Franz Joseph (links) und der Turnhalle (rechts)

Ginnastica a Bolzano

Ritorno alla normalità?

Nel febbraio del 1919 i sudtirolesi dovettero affrontare molte sfide. Dall'arrivo delle truppe italiane, la parte centrale del Tirolo non aveva piú collegamenti verso il nord, molti tirolesi erano ancora detenuti in campi di prigionia, i giornali venivano censurati severamente dalle autorità militari italiane e il cambio ufficiale lira-corona era particolarmente svantaggioso per la popolazione locale. Non stupisce il fatto che molti tirolesi a sud del Brennero non vedessero di buon occhio le truppe di occupazione.
Nonostante questo, molti cercarono di tornare alla normalità.

Il quotidiano Bozner Nachrichten del 13 febbraio 1919 scrive:
"Bozner Turnverein [Associazione Ginnica di Bolzano: I membri sono invitati partecipare alle ore di ginnastica. Per donne e bambine: lunedì e giovedì dalle 8 alle 9 di sera. Per signori di età avanzata: martedì e venerdì dalle 6 e mezza alle 7 e mezza di sera. Per giovani atleti: martedì e venerdì dalle 8 e mezza alle 9 e mezza di sera. Per alunni: martedì e venerdì dalle 7 e mezza alle 8 e mezza di sera. Presso la palestra della scuola nella Elisabethstraße."

Il Bozner Turnverein venne fondato nel 1862 e fu la prima associazione ginnica del Tirolo. Nel 1893 costruì in via Vintler, vicino alla Mädchenschule Kaiser Franz Joseph (oggi: Scuola Elementare Goethe) la propria palestra, adornata dall'artista bolzanino Rudolf Stolz von pitture murali.
Probabilmente la sede del Bozner Turnverein era stata destinata ad altri usi durante la guerra, visto che nel 1919 si dovette temporaneamente usare la palestra della Kaiserin-Elisabeth-Schule (oggi: Scuola Elementare Dante). 

Durante la "Marcia su Bolzano" nell'ottobre del 1922, la scuola dedicata all'imperatrice venne occupata da squadristi. Il Bozner Turnverein venne disciolto dal governo fascista nel 1926. La sede/palestra venne espropriata, saccheggiata, le pitture murali vennero distrutte e l'edificio ceduto all'Opera nazionale Balilla. Dopo il 1945 l'edificio venne dato al Sodalizio cattolico italiano e non al successore del Bozner Turnverein - l'associazione sportiva SSV Bozen. Attualmente l'edificio ospita il centro giovanile Vintola 18.



Weblinks:
https://de.wikipedia.org/wiki/Turnverein_Bozen_1862
https://it.wikipedia.org/wiki/Marcia_su_Bolzano

https://de.wikipedia.org/wiki/Kaiserin-Elisabeth-Schule
https://www.ssvbozen.it/index.php/geschichte
http://www.vintola18.it/il-centro/mission/






Collage: Copertina dello scritto commemorativo per il 50esimo anniversario del Turnverein Bozen sullo sfondo della Mädchenschule Kaiser Franz Joseph (sinistra) e la palestra/sede sociale del Turnverein (destra)





[13.02.2019 Thomas Sinha]

Altri articoli di questa categoria