La settimana attuale 100 anni fa!

Parlament, Wien ca. 1900

Prima elezioni politiche nella Repubblica dell'Austria tedesca

Le prime elezioni per le donne, le ultime per i sudtirolesi

Con il disfacimento della monarchia asburgica, le varie nazionalità formarono i propri consigli nazionali e si accinsero ad amministrare il proprio stato. Anche i deputati tedeschi del Consiglio dell'Impero (o Reichsrat) il 21 ottobre 1918 formarono il parlamento provvisorio dell'Austria tedesca. Tra i deputati vi erano anche 15 tirolesi di lingua tedesca: sette provenienti da circoscrizioni elettorali nell'odierno Tirolo settentrionale, sei da circoscrizioni nel Tirolo meridionale di lingua tedesco (Sudtirolo), uno del Tirolo orientale e uno, che rappresentava sia elettori del Tirolo meridionale, che del Tirolo orientale.

Domenica, 16 febbraio 1919 i cittadini dell'Austria tedesca - incluse le donne - poterono votare per la prima volta liberi e con pari diritti il loro parlamento - la Konstituierende Nationalversammlung (assemblea nazionale costituente). I cittadini nelle zone occupate dell'Austria tedesca avevano il diritto al voto, ma le forze di occupazione spesso impedivano a loro di esercitarlo: solo una piccola parte degli abitanti della Bassa Stiria, della Stiria centrale, nonché dei Sudtirolesi riuscí ad esprimere il proprio voto. Gli abitanti della Boemia e della Moravia tedesca non poterono votare affatto. Il Burgenland facevo ancora parte dell'Ungheria, quindi i suoi abitanti non avevano il diritto al voto.

Il partito socialdemocratico ottenne il 40,75% dei voti, i partiti cristiano-sociali il 35,93% dei voti. I partiti liberal-nazionali divennero terzi col 19,48% dei voti.

 



Immagine: Il parlamento a Vienna.





[16.02.2019 Thomas Sinha]

Altri articoli di questa categoria