La settimana attuale 100 anni fa!

Warnplakat, 1. Weltkrieg

"Il gioco con bombe a mano"

Incidente tragico

Dopo la guerra in tutto il Tirolo rimasero armi, munizioni e ordigni esplosivi che costituivano un pericolo per la popolazione civile. Molti bambini rimasero feriti dopo aver toccato materiale bellico austro-ungarico rimasto nei pressi del vecchio fronte oppure abbandonato lungo le vie principali dai reparti che stavano ripiegando. Nel caso indicato sotto le circostanze permettono di supporre che la bomba a mano fosse delle truppe d'occupazione italiane.

Il quotidiano Innsbrucker Nachrichten del 22 aprile 1919 scrive:
"Da Nauders ci comunicano: Il 20 aprile é avvenuto un grave incidente lungo la strada nei pressi dell'albergo 'Hochfinstermünz'. Due giovani di Pfunds hanno trovato una bomba a mano e l'hanno toccata, facendola esplodere. Il figlio circa 14enne del contadino Raimund Monz di Pfunds é stato letteralmente fatto a pezzi [dall'esplosione]. Il suo amico é rimasto ferito in modo talmente grave da far dubitare che possa rimettersi. Il medico militare delle truppe d'occupazione italiane a Hochfinstermünz ha prestato lodevole primo soccorso."





Immagine: manifesto d'avvertenza della prima guerra mondiale (K.u.k. Kriegsvermessung 5, Udine) – public domain



[22.04.2019 Thomas Sinha]

Altri articoli di questa categoria