La settimana attuale 100 anni fa!

Holzstapel
Catasta di legna

"Gli abitanti di Innsbruck dovranno nuovamente soffrire il freddo nell'inverno 1920-21?"

Proposte contro la mancanza di combustibili

Nel 1919 l'inverno era arrivato molto presto. A fine ottobre 1919 le temperature a Bolzano erano scese sotto lo zero. Il fondovalle di Stubai era già permanentemente coperto dalla neve - un mese prima del solito. La popolazione tirolese aveva sofferto molto durante il lungo ed inclemente inverno 1919-20 anche per via della mancanza di viveri e combustibili.

Il comune di Bolzano nell'ottobre 1919 era riuscito ad ordinare un grande quantitativo di carbone per mitigare la mancanza di combustibili in città. Non tutti i comuni tirolesi erano stati così fortunati. Nella primavera 1920 c'era già chi si preoccupava per l'approvvigionamento di combustibili nel prossimo inverno.

Il quotidiano Innsbrucker Nachrichten del 24 aprile 1920 scrive:
""Gli abitanti di Innsbruck dovranno nuovamente soffrire il freddo nell'inverno 1920-21?
Un lettore ci scrive: Le lamentele per via della mancanza di combustibili ormai non si sentono più, grazie al sole primaverile. Molti ora non si preoccupano per il prossimo inverno. [...] La mancanza di carbone sarà però un problema anche nel prossimo inverno e anche più a lungo. Per via della mancanza di carbone, la centrale del gas non potrà fornire gas per riscaldamento. Il riscaldamento elettrico é disponibile solo in misura ridotta. Rimance dunque solo la legna, disponibile in grandi quantità, ma costosa per via dei costi di trasporto. Perchè quindi non utilizzare l'Inn [nota: fiume]? Il trasporto su barche o zattere non è attuabile, ma la fluitazione permetterebbe certamente di portare più legname ad Innsbruck di quanto non necessiti la città. [...]"





Immagine: catasta di legna





[24.4.2020 Thomas Sinha]

Altri articoli di questa categoria