Accadeva questa settimana 100 anni fa

Herstellung von Kunstblumen
Produzione di fiori di carta

Telelavoro nel 1920

"Chiosco per i lavoratori a domicilio"

La necessità aguzza l'ingegno: Gli stenti del dopoguerra costrinsero a soluzioni alternative coloro che non trovavano lavoro oppure non erano in grado di esercitarne uno in forma tradizionale. Erano soprattutto donne e mutilati di guerra che da casa svolgevano lavori di ricamo, di rammendo oppure di intaglio su legno per poter guadagnare qualcosa.

Il quotidiano Allgemeiner Tiroler Anzeiger del 3 dicembre 1920 scrive:
"Chiosco per i lavoratori a domicilio. Il 3 dicembre, nella Museumstraße, vicino al museo, apre un piccolo chiosco che permette ai lavoratori a domicilio di vendere articoli di artigianato, quadri oppure piccole sculture nel periodo prenatalizio. Possono essere venduti anche giocattoli, libri e articoli sportivi usati in buone condizioni. Articoli di artigianato e di ricamo possono essere consegnati presso la ditta Ghedina, Maria Theresienstraße 25. Verrà rilasciato un foglio numerato che funge da buono per la riscossione della somma per l'articolo venduto. Donne del ceto medio: partecipate a questa azioni di autoaiuto!
S. Thurner, primo direttore del Landesverband für Wohlfahrtspflege [associazione regionale di assistenza sociale]."







Immagine: Produzione di fiori di carta a casa; Lewis Hine, New York (1924), public domain.





[03.12.2020 Thomas Sinha]

Altri articoli di questa categoria