La settimana attuale 100 anni fa!

fonte: Wikipedia

Nuovi libri di testo

Con la caduta dell’Impero, dopo lo sconvolgimento dello Stato, in Austria ci si sta reindirizzando in una direzione completamente nuova in numerosi settori. Per quanto riguarda i libri di testo scolastici, quelli in lingua non tedesca (italiano, ceco, polacco, ucraino, croato, serbo, sloveno e rumeno) sono stati completamente eliminati dal mercato, così come la stessa sorte è toccata alle opere tedesche, non più in linea con le condizioni attuali.

Sull'Innsbrucker Nachrichten del 5 ottobre 1921 si legge così:

"La casa editrice dei libri di testo, che lavorava per tutta l'Austria, a causa dello stravolgimento nazionale, è stata orientata in una direzione completamente nuova. I libri di testo e i libri ausiliari in lingua non tedesca (italiano, ceco, polacco, ucraino, croato, serbo, sloveno e rumeno) sono stati completamente tolti dalla produzione; lo stesso vale per le pubblicazioni in lingua tedesca, che non sono più aggiornate alle condizioni attuali.

La casa editrice dei libri di testo, che è stata d’esempio per le istituzioni, continua a lavorare diligentemente e con determinazione e anzi, nonostante il terribile ridimensionamento dell'Austria, ha persino ampliato la sua sfera di attività. Infatti, attraverso la fornitura sistematica di letture selezionate e materiale di supporto per il tempo libero, è una delle istituzioni educative più importanti della Repubblica.
Così, sono state pubblicate non solo nuove edizioni sia della collezione delle principali riviste giovanili, che dei “quaderni per la gioventù” ma anche della "Biblioteca domestica” pubblicata dall'Oesterreichisches Volksbilüungsamt (ufficio nazionale austriaco per l'educazione).

I libri di lettura pubblicati dalla casa editrice dei libri di testo, hanno dovuto essere completamente rivisti. E' già stato predisposto un libro di lettura che corrisponde ai nuovi piani scolastici ed è ora disponibile anche per il 2°, 3° e 4° anno scolastico. Anche se questo libro non ha ancora ottenuto l'approvazione ministeriale, la prima stampa manoscritta è andata esaurita in poco tempo e si sta già producendo una seconda edizione manoscritta, che uscirà dalla stamperia e apparirà tra pochi giorni. Tutti i libri di testo e i libri per i giovani sono stati rivisti in relazione alle nuove condizioni statali e i contenuti non più appropriati sono stati rimossi”.

Astrid Panizza

panizza.astrid@gmail.com

Altri articoli di questa categoria